Dissesto finito - Dissesto Infinito!

Dissesto finito-Dissesto Infinito!

In tutta la scorsa campagna elettorale ed anche nei mesi scorsi abbiamo sentito ripetere da parte di molti esponenti dell'Amministrazione che il dissesto era stato chiuso o quasi chiuso.

Eppure, basta frequentare il sito del Comune di Apice per scoprire che i costi che la collettività deve sostenere sono ancora tanti.

Stamattina, ad esempio, sono comparsi altri 4.000 euro (euro più euro meno) per il "supporto" tecnico offerto nei mesi di gennaio, febbraio e marzo dal Dott. Orabona.

Del resto, lo stesso supporto era stato offerto nei mesi di novembre e dicembre del 2015 con gli altrettanto relativi costi.

In sintesi, abbiamo pagato con le tasse dei contribuenti circa 10.000 euro per "sostenere" non uno, non due, ma bensì tre commissari nel lavoro di accertamento della massa passiva.

Per quanto possa essere un lavoro difficile ci appare assurdo che un'intera struttura amministrativa (dipendenti, dirigenti, ecc.) e ben tre commissari abbiano avuto bisogno di un ulteriore supporto per fare due conti.

Ricordiamo ancora quando in uno dei rarissimi consigli comunali svolti in questi due anni alle sollecitazioni dei consiglieri Limongelli e Pepe veniva risposto che "il compenso dei commissari resterà invariato nel tempo".

 


Questo sarebbe vero, se però non si considerano le spese di trasporto, gli straordinari e addirittura, come abbiamo visto, i "supporti" esterni. Sarebbe interessante (e lo faremo), calcolare quanto ci è costato il dissesto.

Va a finire che rischiamo di trovarci con più debiti di quelli dai quali siamo partiti.

 

 

 

Qui sotto potrete leggere l'estratto della delibera:




Scrivi commento

Commenti: 0