Dimissioni

Dimissioni!

Nell’ultimo consiglio comunale del 17 maggio 2016 è successo un fatto politico nuovo: due consiglieri della maggioranza, il Dott. Cammarano e la Dott.ssa Antonietta Romano hanno costituito un gruppo autonomo di opposizione, abbandonando ufficialmente la maggioranza in cui sono stati eletti.

 

Ora i consiglieri di opposizione diventano 6 e l’Amministrazione si regge con 7 consiglieri.

Cioè 1 solo voto di scarto.

 

Da parte nostra, sia in Consiglio Comunale e sia nell’Assemblea Pubblica del 21 maggio, abbiamo chiesto che il Sindaco prendesse atto di questo nuovo quadro e rassegnasse le proprie dimissioni.

 

Nel frattempo, noi continueremo nel solco che ci ha contraddistinti nel 2014 quando ci siamo presentati agli elettori: continueremo a fare battaglia seria e non strumentale sui temi e nel merito dei problemi.

Siamo e saremo alternativi alla gestione amministrativa della Giunta Albanese.

Su queste basi lanciamo la sfida a tutte le altre forze politiche locali: confrontarsi nel merito. Questo è il lavoro che abbiamo fatto e faremo ancora nei prossimi mesi.

 

 

Però l’abbandono di pezzi importanti da parte di chi è fondatore della lista “Un Futuro per Apice” non è un evento di poco conto: la lista Albanese aveva già vinto nel 2014 con circa il 30% dei consensi, non rappresentando quindi la maggioranza dei cittadini. Ora due pezzi importanti abbandonano.

 

Le domande sorgono spontanee: chi rappresenta il 25% della popolazione può mai governare un paese intero? Cosa ne resta di questa maggioranza? Come si può continuare a garantire ad Apice un governo stabile con 1 solo voto di scarto? Che risposta politica intende dare ai cittadini il Sindaco, dopo quello che è successo?

 

A queste domande c’è un’unica risposta: prendere atto del fallimento politico dell’Amministrazione Albanese e ridare la parola ai cittadini.




Scrivi commento

Commenti: 0